sabato 21 ottobre 2017

Il XX secolo nel nuovo catalogo della libreria Arengario

Frontespizio del catalogo BLACK & WHITE libri d'artista e documenti del xx secolo, Studio Bibliografico L'Arengario (al link)

Baldessari, Basilico e Pistoletto sono solo alcuni nomi presenti nel nuovo, bellissimo, catalogo dello Studio Bibliografico L'Arengario di Gussago in provincia di Brescia.
Ve ne parlo perché è uno dei miei campi preferiti e quello su cui ho studiato all'Università e per passione personale. Libri d'artista ma soprattutto opere d'arte, curati nel minimo dettaglio e quasi sempre in edizione limitata.
Strepitosi anche i poster delle mostre - che ormai hanno valutazioni quasi superiori ai libri - come ad esempio Necrologio di Gino De Dominicis (p.70) di cui credo di aver già scritto. Qui viene offerto a 7500 euro perché arricchito da un ex libris disegnato da Sol Lewitt, altro esponente di spicco della neoavanguardia. Il manifesto fu realizzato per la mostra romana alla galleria L'Attico nel 1969.
Onestamente non saprei dirvi su cosa orientare l'attenzione, tanto è vasta la scelta. Sicuramente vale la pena puntare sui futuri classici, come ad esempio sull'artista di spicco della Land Art Richard Long. 
Di lui la libreria offre il suo primo libro (sotto), realizzato in 500 copie con copertina illustrata e 7 tavole fotografiche stampate su cartoncino lucido. La richiesta è di 800 euro.

Richard Long, Seven views of a sculpture
made for Martin and Mia Visser
, Fernsehgalerie Gerry
Schum, Berlin, Fernsehgalerie Gerry Schum - publication
no. 9, 1969 (immagine dal link)
english version coming soon...

mercoledì 18 ottobre 2017

Nuovi arrivi al MART di Rovereto

Andrea Pazienza, Le straordinarie avventure di Pentothal, Milano Libri 1982 (immagine dal link)

Il MART - Museo di Arte Contemporanea di Rovereto - festeggia l'arrivo in biblioteca di un caposaldo del fumetto italiano: Le straordinarie avventure di Penthotal di Andrea Pazienza (1956-1988. La sua opera prima, ma anche una testimonianza di uno degli anni più difficili in Italia, il '77, quando la politica veniva vissuta appieno dai giovani del tempo, e Pazienza non era da meno.
Riporto dal sito da cui ho tratto la foto:
"Questo fumetto fu una rivoluzione culturale dirompente che incantò perfino Umberto Eco e che convinse Oreste Del Buono, allora direttore di Linus, a pubblicare queste pagine inedite credendo per primo alla genialità di quel ragazzo che, negli anni a seguire, ci regalerà capolavori indiscussi come Zanardi e Pompeo."
Per chi lo volesse acquistare, ormai è già oggetto d'asta con valutazioni dai 200 euro in su.

english version coming soon...

venerdì 13 ottobre 2017

Le prime inglesi di Ishiguro

Kazuo Ishiguro, A pale view of hills, Faber, London 1982 (immagine dal link)

Per concludere il discorso sul collezionismo delle prime del Premio Nobel 2017 Kazuo Ishiguro, vediamo cosa sarebbe bene acquistare come investimento.
Premetto che essendo lui giapponese ma naturalizzato britannico, le sue prime edizioni sono quelle in lingua inglese e uscite a Londra.
Il suo primo libro fu A pale view of hills, edito da Faber 1982 e tradotto dalla Einaudi nel 1991. 
Racconta di una vedova giapponese trasferitasi in Inghilterra, dove si trova a fronteggiare il dolore causato dal suicidio della primogenita. La narrazione però si sposta subito in un tempo precedente, a Nagasaki, quando la città aveva ancora le sembianze "pallide" del periodo post bomba atomica e si avviava alla democratizzazione. La trama sembra interessante, sicuramente utile a capire quello che sarà l'Ishiguro della maturazione.
Per quanto riguarda il prezzo di questa opera prima, non sono riuscita a trovare una buona copia in vendita online a meno di 300/400 euro. Sicuramente nelle bancarelle di Londra qualcosa può spuntare, ma al momento queste sono le valutazioni. Stupenda la copertina.

Kazuo Ishiguro, An artist of the floating world, Faber, London 1986 (immagine dal link)

Lo stesso discorso vale per il suo secondo libro, An artist of the floating world, tradotto in italiano con il titolo L'artista (vedi precedente post) e valutato dai 200 ai 400 euro in edizione originale inglese. Le copie in circolazione però sono molto più numerose, pertanto occorre fare attenzione a non spendere troppo. 
Mi raccomando, infine, di guardare sempre che ci sia l'indicazione "first edition, first printing" e non "second state" ecc. Le ristampe successive non hanno lo stesso valore, anzi, talvolta lo perdono completamente.
Anche The remains of the day mantiene una valutazione alta, ma è presente sul web in maniera massiccia.

Kazuo Ishiguro, The remains of the day, Faber & Faber, London 1989 (immagine dal link)


english version coming soon...

martedì 10 ottobre 2017

Faccia d'Angelo : una storia criminale

Felice Maniero con Andrea Pasqualetto, Una storia criminale. Nell'autobiografia di Faccia d'Angelo tutti i retroscena di una vita fuorilegge, Marsilio, Venezia 1997 (immagine dal link)

Lo spunto per questo post mi è venuto guardando Suburra, la serie di Netflix che sta impazzando sul web e che ho trovato fatta molto bene. Finalmente una serie italiana che si rispetti! 
Bellissimi poi gli scorci della mia amata Roma, che nonostante le scene crude non perde il suo fascino.
Nella serie si parla di intrighi e guerre tra clan mafiosi, zingari e implicazioni di dirigenti e alti rappresentanti del Vaticano in affari loschi. Argomenti che trovano sempre interesse nel pubblico voyeur e un po' sadico. 
Non per niente di libri su killer famosi ce ne sono tanti, spesso ricercati e perciò rari; in passato ne abbiamo parlato ampiamente.
Uno di cui si parla poco, invece, è questa autobiografia del noto criminale Felice Maniero, soprannominato Faccia d'Angelo per il suo viso pulito e beffardo. Il lettore all'interno troverà dettagli sulla sua vita e sulla sua attività all'interno della Mala del Brenta, con tanto di dovizia di particolari, che tanto piacciono a chi vuole anche solo provare ad immedesimarsi in una mente diabolica.
Al momento è in vendita su Ebay a 175 euro... ma io spero che non vi arrendiate e che ve lo andiate a cercare su qualche bancarella a poco prezzo.


english version coming soon...

venerdì 6 ottobre 2017

Le prime di Kazuo Ishiguro

Kazuo Ishiguro, L'artista, Rizzoli, Milano 1987 (immagine dal link)

Probabilmente questo post ve lo aspettavate... si parla di Kazuo Ishiguro, appena proclamato vincitore del più prestigioso premio letterario in assoluto: il Nobel.
I librai hanno già registrato un incremento delle vendite di questo autore e anche nell'usato qualcosa si sta muovendo.
Personalmente devo dire di non avere ancora letto nulla di lui, e nemmeno visto il bel film con Anthony Hopkins Quel che resta del giorno, ispirato a uno dei suoi maggiori successi. Una cosa che mi sono ripromessa di fare al più presto.

Kazuo Ishiguro, Quel che resta del giorno, Einaudi Supercoralli, Torino 1990 (immagine dal link)

Ma vediamo di fare ordine nel panorama bibliografico di Ishiguro. 
Per quanto riguarda il primo libro mai apparso in Italia, L'artista, edito da Rizzoli nel 1987 è possibile reperirlo con facilità nel web a una decina/ventina di euro al massimo.
Le copertine Rizzoli non è che mi piacciano molto, e questa conferma la mia opinione. Il fatto che sia rilegato perlomeno gli conferisce un aspetto più prestigioso.

Nel 1990 esce Quel che resta del giorno di cui sopra, nella bella collana einaudiana rilegata con sovraccoperta illustrata. Libro che al momento risulta di difficile reperibilità in prima edizione e una copia autografata dall'autore in asta Ebay sta raggiungendo i 100 euro con 21 offerte (al link della foto). 
Interessante come il mondo del collezionismo si muova sempre in sincronia con gli eventi letterari!
Anche Un pallido orizzonte di colline (Einaudi, 1991) e Un artista del mondo effimero (Einaudi, 1994) stanno scomparendo dagli scaffali dell'usato in prima edizione. Si tratta dell'effetto del Nobel o accadeva già in precedenza? Chi lo sa.
Bellissime le copertine di Un artista del mondo effimero e di Quando eravamo orfani (sotto).


Kazuo Ishiguro, Un artista del mondo effimero, Einaudi, Torino 1994 (immagine dal link)
Kazuo Ishiguro, Quando eravamo orfani, Einaudi Supercoralli, Torino 2000 (immagine dal link)

english version coming soon...

martedì 3 ottobre 2017

L'edizione russa di Carrie

Stephen King, Carrie, Mosca 1993

Il collezionismo delle prime italiane di Stephen king rappresenta una delle poche certezze del modernariato italiano. Celebri e ben note sono le valutazioni stellari di libri come Carrie o Unico indizio la luna piena, che negli anni reggono bene la loro valutazione.
Di recente ho avuto la piacevola sorpresa di essere contatta da un commerciante di libri rari residente a Mosca (!), che mi ha raccontato di un rarissimo Stephen King in suo possesso.
Si tratta della prima edizione russa-sovietica di Carrie, di cui mi ha gentilmente fornito l'immagine.
Rispetto alle edizioni ad esempio italiana o americana ha un aspetto più enigmatico che horror, con il titolo quasi accennato all'interno della banda nera.
Se qualcuno fosse interessato può contattarmi!

english version coming soon...

venerdì 29 settembre 2017

Un Crepax ritrovato

L'illustrazione di Guido Crepax per la rivista Gong del 9 aprile 1950 (courtesy Associazione Culturale Torre di Babele)



Qualche giorno fa ho ricevuto una mail dall'Associazione Culturale La Torre di Babele (ricordate di cosa si occupano? vedete i post1 e post2), che ormai da anni ricerca rarità bibliografiche e gestisce la rivista Frattagli.
L'oggetto era il ritrovamento di una rara (a detta loro forse sconosciuta) illustrazione di Guido Crepax per la rivista Gong del 9 Aprile 1950, ad abbellire un articolo del fratello Franco sui dischi volanti.
Mi sembrava interessante condividere questa notizia, anche perché come mi fanno notare, all'epoca Guido aveva solo 17 anni. Pertanto si tratta di un documento molto precoce della sua creatività che si svilupperà negli anni a seguire.

english version coming soon...